Introduzione alla medicina omeopatica

Pubblicato il Pubblicato in Omeopatia veterinaria, Articoli

Introduzione alla medicina omeopatica La medicina omeopatica, le cui basi sono state elaborate ed enunciate dal medico tedesco Samuel Hahnemann (1775-1843), è un metodo di cura e di prevenzione che applica il principio di similitudine ed utilizza a scopo terapeutico sostanze sottoposte a particolari processi chimico-fisici ( diluizione e dinamizzazione). Essa comprende un insieme di principi e di basi metodologiche che si rifanno ad una concezione particolare del malato e della malattia.

Feasibility of homeopathy in a flock of Zerasca sheep

Pubblicato il Pubblicato in Omeopatia veterinaria, Agroecologia, Articoli

Feasibility of homeopathy in a flock of Zerasca sheep Benvenuti M.N.1, Pisseri F.2, Goracci J.1, Giuliotti L.1, Gugliucci B.M.3, Macchioni F.4, Gavazza A.3 and Guidi G.3   Introduction. The control of parasitic diseases is one of the most important goals in animal health and welfare as far as environment safeguards and quality of products. Unfortunately, parasitic infections are too often treated by means of chemical products, resulting in anthelmintic resistance, ecotoxicological effects and deleterious consequences on animal health.

Gestione sanitaria dell’allevamento biologico, utilizzo della medicina omeopatica e della fitoterapia

Pubblicato il Pubblicato in Fitoterapia veterinaria, Agroecologia, Articoli

GESTIONE SANITARIA DELL’ ALLEVAMENTO BIOLOGICO, UTILIZZO DELLA MEDICINA OMEOPATICA E DELLA FITOTERAPIA Autore: Francesca Pisseri pubblicato su Buiatria 3/2009: 57-63   RIASSUNTO Nell’ allevamento biologico il contributo veterinario deve essere di ampio raggio e interfacciarsi con altre competenze quali quelle agronomiche, zootecniche, ecologiche, il ricorso ai mezzi chimici deve essere minimo, e quindi massimo l’ utilizzo di strategie preventive e sistemiche.

Omeopatia medicina sistemica

Pubblicato il Pubblicato in Omeopatia veterinaria, Medicina veterinaria sistemica, Articoli

Omeopatia medicina sistemica Autore: Gianni Marotta, 28/12/2009   La nostra scuola di pensiero – che ha ispirato la fondazione del CIMI – si sforza di inserire la medicina omeopatica, quale quella che pratichiamo, nell’ampio contesto dell’esistenza dell”antropos’, dalle fasi della nascita e della evoluzione alle fasi di involuzione e di morte, affinchè l’essere umano veda accolti dalla pratica medica i suoi vissuti fisici e, con la stessa attenzione, quelli corporei, psichici e relazionali.

La prescrizione omeopatica di gruppo nell’allevamento bovino

Pubblicato il Pubblicato in Omeopatia veterinaria, Agroecologia, Medicina veterinaria sistemica, Articoli

LA PRESCRIZIONE OMEOPATICA DI GRUPPO NELL’ALLEVAMENTO BOVINO Autore: Francesca Pisseri PUBBLICATO SU: QUADERNI ZOOBIODI N. 4/2010: 53-60   RIASSUNTO LA PRESCRIZIONE OMEOPATICA DI GRUPPO NEGLI ALLEVAMENTI: La medicina omeopatica ha un ruolo centrale nella gestione sanitaria dell’ allevamento biologico per l’assenza di residui, i bassi costi e la maneggevolezza terapeutica.

La prescrizione omeopatica di gruppo nell’allevamento ovino

Pubblicato il Pubblicato in Omeopatia veterinaria, Agroecologia, Medicina veterinaria sistemica, Articoli

LA PRESCRIZIONE OMEOPATICA DI GRUPPO NELL’ ALLEVAMENTO OVINO Autore: Francesca Pisseri PUBBLICATO SU: QUADERNI ZOOBIODI N. 4/2010: 53-60   RIASSUNTO IL “RIMEDIO DI FONDO” DEL GREGGE PER IL CONTROLLO DELLE STRONGILOSI GASTRO-INTESTINALI: La terapia omeopatica può essere un valido strumento per il controllo delle parassitosi nell’ allevamento ovino, favorendo l’ instaurarsi del nauturale equilibrio ospite-parassita.

Avermectine e ambiente

Pubblicato il Pubblicato in Agroecologia, Articoli

Avermectine e ambiente Autore: Francesca Pisseri, novembre 2011 L’ impatto ambientale delle avermectine, le alternative al loro utilizzo in zootecnia agroecologica   Gli antiparassitari di sintesi ad ampio spettro vengono somministrati agli animali da allevamento quali bovini, ovicaprini, suini, e ai cavalli, spesso in maniera routinaria, da 2 fino a 4-6 volte l’ anno.

Gestione integrata delle parassitosi

Pubblicato il Pubblicato in Fitoterapia veterinaria, Agroecologia, Medicina veterinaria sistemica, Medicina integrata, Articoli

Gestione integrata delle parassitosi Autore: Francesca Pisseri,08/04/2011 Linee guida per una gestione a basso impatto ambientale delle parassitosi animali Concetti di base dell’ approccio integrato L’ approccio integrato prevede il mantenimento del naturale equilibrio ospite-parassita, e rifiuta l’ottica della eliminazione completa dei parassiti nell’ organismo degli animali. Infatti da un lato tale eliminazione è impossibile, se non a breve termine, nell’allevamento basato sul pascolamento, e dall’ altro è dimostrato, per alcune parassitosi, che la presenza di una bassa carica parassitaria nell’ animale contribuisce a limitare la insorgenza di infestioni massive, preservandone la salute.

Medicina veterinaria preventiva

Pubblicato il Pubblicato in Articoli

MEDICINA VETERINARIA PREVENTIVA Autore: Francesca Pisseri, 15/09/2012   Prevenzione veterinaria negli allevamenti:sanità animale, benessere, approccio olistico La presenza veterinaria nell’ allevamento ha tra le sue principali finalità la salvaguardia della salute animale ed umana e la tutela del benessere animale, tenendo presenti le esigenze economiche dell’ imprenditore agricolo. La prevenzione in questo senso si pone come il principale mezzo per il mantenimento della salute e del benessere animale, nell’ottica di un sempre minore utilizzo di molecole di sintesi.

Medicina omeopatica e parassitosi ovine

Pubblicato il Pubblicato in Articoli

Medicina omeopatica e parassitosi ovine Pubblicato su: “Metodologie alternative di lotta alle parassitosi gastrointestinali degli ovini”. Quaderno ARSIA N°4: 31-37. Francesca Pisseri1, Francesca Cecchi2, Franco Del Francia1 L’agricoltura e la zootecnia biologica necessitano di dati e tecniche che ne possano supportare lo sviluppo. Non si può infatti pensare che l’allevamento biologico possa basarsi su un semplice ritorno alle tecniche tradizionali in quanto, nonostante tale indirizzo produttivo prediliga la qualità a scapito della quantità, deve comunque avere un riscontro economico che giustifichi lo sforzo della conversione.

Terapia con gli oli essenziali

Pubblicato il Pubblicato in Fitoterapia veterinaria, Medicina integrata, Articoli

GLI OLI ESSENZIALI La definizione data nel 1996 dall’ Aromatherapy Trade Council è: “ Un OE è un composto aromatico e volatile usualmente estratto da una unica specie botanica tramite distillazione o spremitura, cui niente dovrebbe essere aggiunto”. Un OE si definisce indicando la specie e il genere del vegetale da cui deriva seguito dalla sigla o.e.. Sono diverse le parti della pianta in cui si sintetizzano e si immagazzinano, si trovano per esempio negli agrumi nell’ epicarpo, nella rosa nei fiori, nella cannella nella corteccia, nel rosmarino nelle foglie, nell’ aglio nel bulbo.

Studio omeopatico di una epidemia

Pubblicato il Pubblicato in Articoli

Trattamento omeopatico di un gruppo di cavalli affetti da adenite equina L’adenite equina ha come agente causale il batterio Streptococcus Equi, è una malattia con alta morbilità e bassa mortalità, caratterizzata da flogosi delle vie respiratorie superiori e linfoadenopatia diffusa, in taluni casi con degenerazione purulenta. Presenta frequenti complicazioni articolari, cardiache o renali da immunocomplessi. Il decorso è di 15-20 giorni.

Ovini di razza Massese

Pubblicato il Pubblicato in Articoli

Modello di studio di un rimedio omeopatico per il controllo della strongilosi gastrointestinale in un allevamento biologico di ovini di razza Massese Pubblicato su: Obiettivi e Documenti Veterinari, anno XXVI, ottobre 2005, p. 5-9 Pisseri F. (1), Benvenuti N. (2), Goracci J. (2), Terracciano G. (3), Giuliotti L. (2), Cianci D. (4) (1) Scuola di Omeopatia CIMI-Koinè – (2) Dipartimento Produzioni Animali, Università di Pisa (3) Istituto Zooprofilattico Lazio Toscana, sezione di Pisa (4) Dipartimento di Fisiologia Generale ed Ambientale, Università di Bari

Allevamento etico e sostenibile

Pubblicato il Pubblicato in Articoli

Allevamento etico e sostenibile: produzione e consumo di prodotti di derivazione animale nel rispetto degli esseri viventi e dell’ambiente. Per un consumo consapevole, per una nutrizione di qualità, per una collaborazione rispettosa tra produttori e consumatori. Convegno tenutosi a Roma il 19 gennaio 2014, a cura del CIMI(Centro Italiano di medicina Integrata).

Modello sistemico in medicina veterinaria

Pubblicato il Pubblicato in Medicina veterinaria sistemica, Articoli

MODELLO SISTEMICO IN MEDICINA VETERINARIA Autore: Francesca Pisseri,16/08/2012 La sistemica in medicina veterinaria: un approccio complesso per una semplice soluzione dei problemi Tale impostazione mette a fuoco la dinamica generale dell’ individuo, prendendo quindi in considerazione l’ ambiente in cui vive, il suo vissuto, le sue relazioni per giungere a soluzioni che comprendano e sostengano le risorse dell’ individuo ( o dell’ ecosistema) stesso, che possano migliorare le sue capacità adattative e il suo equilibrio a medio e lungo termine.

Medicina integrata in veterinaria

Pubblicato il Pubblicato in Medicina integrata, Articoli

MEDICINA INTEGRATA IN VETERINARIA Autori: Francesca Pisseri,Giuliana Terracciano,Grazia Guidi, dagli Atti del Convegno Primo Incontro di Medicina Veterinaria Omeopatica, Arezzo, 29-11-2008 Nella clinica veterinaria degli animali da affezione le Medicine non Convenzionali sono utilizzabili in maniera alternativa o complementare alla medicina convenzionale. I fattori alla base delle scelte terapeutiche sono, nella nostra esperienza, essenzialmente dovute alle seguenti valutazioni:

Il metodo della complessità in omeopatia veterinaria

Pubblicato il Pubblicato in Articoli

Dr.ssa Francesca Pisseri Dott. Riccardo Tomassini Tale metodo utilizza una impostazione dinamica e complessa dello studio del paziente e dei rimedi: si cerca di mettere a fuoco le relazioni del soggetto con l’ambiente che lo circonda, inteso come clima, territorio, rapporto con l’uomo, coi conspecifici o con altre specie animali. Si evidenzia inoltre la lettura del vissuto del paziente in termini di processi, cioè di azioni e avvenimenti che si sviluppano nel tempo e nello spazio, e non tanto come insieme di elementi isolati (i cosiddetti “sintomi omeopatici”).